Emorroidi sanguinanti: ecco cosa fare

Le emorroidi sanguinanti sono uno dei tipi di emorroidi più dolorosi e soprattutto sono il tipo di emorroidi più spaventose per chi ha a che fare con questo tipo di patologia, questo perché vedere il sangue gocciolare fa paura a chiunque ne soffra, soprattutto la prima volta che accade. Nonostante ciò, è bene sapere che in realtà questo tipo di emorroidi non è affatto pericoloso e l’impressione che suscitano non è accompagnata da possibili conseguenze gravi, anche se bisogna agire tempestivamente per evitare che la situazione possa aggravarsi.

In questo caso bisogna agire velocemente con dei rimedi immediati per cercare di bloccare il sanguinamento e cercare di placare il dolore: è ovvio che bisogna comportarsi diversamente rispetto a ciò che accade negli altri casi di emorroidi. Inoltre a sanguinare sono molto spesso le emorroidi esterne e meno quelle interne.

È molto importante distinguere le emorroidi sanguinanti rispetto alle ragadi anali che necessitano di differenti metodi per bloccare il sanguinamento e per cui bisogna contattare immediatamente il medico: le emorroidi sanguinanti si presentano con un colore rosso vivo, se invece è diverso si tratta di ragadi o di altre patologie.

In caso di emorroidi sanguinanti, il consiglio migliore e alla portata di tutti è rappresentato dal ghiaccio. Bisogna mettere il ghiaccio in un impacco e poi applicarlo direttamente sulla parte colpita dalla patologia: questo può bloccare il sanguinamento creando un coagulo. In alternativa all’impatto si può riempire una bacinella o il bidè con il ghiaccio e acqua ghiacciata e sedervisi facendo attenzione che ghiaccio e acqua vadano direttamente a contatto con l’ano e la zona sanguinante.

La soluzione completa è qui!

Offerta
Emorroidi crema di trattamento - HemoTreat Crema - Veloce sicuro...
43 Recensioni
Emorroidi crema di trattamento - HemoTreat Crema - Veloce sicuro...
  • HemoTreat prodotto nuovo e innovativo per le emorroidi interne ed esterne e per le ragadi anali.
  • Prodotto innovativo formulato con una nuova sostanza attiva.
Offerta

Se a sanguinare, invece, sono le emorroidi interne, allora molti consigliano un trattamento inverso. Bisogna riempire la vasca da bagno con dell’acqua calda e immergersi facendo cura che anche la zona rettale sia immersa: in questa maniera si avrà un sollievo immediato e  il sanguinamento diminuirà gradualmente.

Come soluzione da applicare insieme ai bagni, siano essi caldi o gelati, si può bere un preparato molto semplice da realizzare a base di limone: basta bollire delle bucce di limone in acqua, lasciare freddare e poi bere 3 volte al dì. Questo preparato serve a rafforzare i vasi sanguigni, quindi combatte le emorroidi sanguinanti.

Per quanto attiene ai farmaci, invece, in questi casi si possono utilizzare schiume, supposte pillole o creme. In genere per la cura si usano creme a base di cortisone e anestetici locali. Con i farmaci, infatti, si tenta di attenuare il dolore e di curare i sintomi. Tra i farmaci più venduti in tali casi, abbiamo il Proctolin, l’Emorril e il Doloproct.

Altri farmaci utilizzati con le emorroidi sanguinanti, sono quelli con l’aggiunta di sostanze ad azione vasculo trofica, disinfettante e lubrificante, come il Proctosoll.

Questi farmaci sono di libera vendita, ma è bene contattare il medico prima di prendere qualsiasi tipo di medicina e soprattutto evitarne l’assunzione in gravidanza. Sebbene le emorroidi sanguinanti, come vi abbiamo avvertiti ad inizio articolo, non rappresentino un problema grave, è sempre necessario contattare il proprio medico curante il quale conosce tutta la vostra storia clinica e può darvi istruzioni per curare le emorroidi sanguinanti più efficaci.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi.

One Response

  1. Valeria

Condividi la tua Esperienza

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.