Come curare le Emorroidi

Le emorroidi sono tra le patologie meno gravi e che nella gran parte dei casi non portano a conseguenze gravi, sicuramente la più dolorosa fase è quando si ha l’emorroide trombizzata o sanguinante.

Per questo trovare una cura è ciò che tutti vogliono quando ne soffrono, ma le strade da percorrere sono di diverse tipologie. Abbiamo, infatti, possibili rimedi naturali, farmacologici e chirurgici. Andiamoli a scoprire insieme.

Rimedi chirurgici alle emorroidi

I rimedi chirurgici per le emorroidi sono i più drastici e si cerca di intervenire chirurgicamente solo qualora le emorroidi siano molto dolorose e con le terapie tradizionali e farmacologiche non si riesce a venirne a capo, dunque questo vale sia per emorroidi interne, sanguinanti e per quelle esterne.

La legatura elastica

Uno dei rimedi più indolore e rapidi è costituito dalla legatura elastica. Essa consiste nell’applicare una legatura (da cui deriva il nome) proprio alla base dell’emorroide, in modo che questa non riceva più sangue e vada in necrosi fino a morire. Avvenuto ciò anche l’elastico cadrà. Il tutto dura circa 7-10 giorni.

Questo metodo, sebbene sia indolore e porti a una soluzione in poco tempo, non è utilizzato spesso perché accade molto di frequente che il laccio emostatico si stacchi prima che l’emorroide sia andata in necrosi, non apportando di fatto alcun beneficio. Inoltre, nel caso in cui non sia stato ben posizionato il laccio, il dolore è molto forte.

La laser terapia

Si tratta di un metodo molto semplice: il laser procede, infatti, a “bruciare” le emorroidi.

La crioterapia

Si tratta di un’operazione che provoca il congelamento delle emorroidi infiammate attraverso la somministrazione di protossido d’azoto.

La scleroterapia

Attraverso questa tecnica vengono iniettate nel govocciolo delle sostanze irritanti in modo che se ne provochi la coagulazione e l’occlusione, fino alla necrosi.

L’Emorroidectomia

Si tratta della rimozione chirurgica delle emorroidi. Essa è consigliata solo nei casi più gravi, nelle emorroidi di terzo e quarto grado e quando le emorroidi esterne sono molto grandi. Essa è poco utilizzata poiché provoca un forte dolore e ha tempi di guarigione molto lunghi.

Emorroidi rimedi farmacologici

I farmaci più utilizzati per il trattamento delle emorroidi sono per lo più quelli ad uso topico (ovvero direttamente sulla parte affetta dalla patologia), come i gel, le pomate, gli anestetici locali, farmaci con idrocortisoni, decongestionanti. L’utilizzo di questi farmaci non può essere superiore ai 7/10 giorni, se non con il controllo del medico curante.

Tra questi abbiamo la Preparazione H e il Ruscoroid che non contenendo idrocortisone sono indicati anche per le donne in stato interessante. Queste pomate hanno un effetto lenitivo, rinfrescante e antinfiammatorio.

Se si cerca un effetto anestetico oltre che antinfiammatorio per cercare di ridurre il dolore, come il Proctolin, il Doloproct e l’Ultraproct. Questi anestetici ad uso locale, però, possono scatenare delle allergie aggravando la situazione emorroidale, per questo per calmare il dolore è preferibile ricorrere ad antidolorifici basati su ibuprofene e naproxene come l’aspirina che serve anche a contrastare il gonfiore. Per chi vuole rafforzare le vene e combattere, quindi, il sanguinamento, sono indicate creme come Venoruton e Elastoven. Se, invece, volete disinfettare la parte, dovete provare pomate come il Proctosol e il Proctosedyl.

La soluzione completa è qui!

Offerta
Emorroidi crema di trattamento - HemoTreat Crema - Veloce sicuro...
43 Recensioni
Emorroidi crema di trattamento - HemoTreat Crema - Veloce sicuro...
  • HemoTreat prodotto nuovo e innovativo per le emorroidi interne ed esterne e per le ragadi anali.
  • Prodotto innovativo formulato con una nuova sostanza attiva.
Offerta

Sebbene siano preferibili le pomate, alcuni utilizzano le supposte come il Topster.

Qualora i farmaci ad uso locale non dovessero avere effetto, si procede, sotto indicazione medica, a prendere dei farmaci ad uso orale, in compresse o bustine. Tra questi abbiamo il Tegens, il Doven e l’Alven.

Rimedi naturali per la cura delle emorroidi

Se volete utilizzare, invece, dei rimedi naturali per la cura delle emorroidi, alcuni si sono rivelati particolarmente efficaci. Tra questi, eccone alcuni particolarmente efficaci:

  • Ippocastano

Si tratta di uno dei rimedi naturali più efficaci per rafforzare le vene, soprattutto in caso di emorroidi sanguinanti. Si può utilizzare sia sottoforma di tisane che ad uso topico. Basta infondere un cucchiaino di semi in  una tazza da thè contenente acqua bollita. Dopo bisogna filtrare l’acqua, aspettare che si intiepidisca e immergere un panno pulito e sterile nella tazza da thè e poi applicare il panno bagnato sulla zona.

  • Pungitopo

Si tratta di un’erba ottima per sfiammare la zona delle emorroidi. Se ne può prendere mezzo cucchiaino di tintura (reperibile in erboristeria) tre volte al dì a stomaco vuoto.

  • Amamelide

Questa erba è utilissima per bloccare il sanguinamento rettale. Si possono comprare degli unguenti ad uso topico e applicarle dopo la pulizia intima e dopo l’evacuazione.

  • Ginkgo

Ha effetti antinfiammatori e coadiuvanti per rafforzare i vasi sanguigni. Se ne trovano facilmente in erboristeria le capsule o la tintura da assumere anch’essa a stomaco vuoto.

Le tisane contro le emorroidi

Contro le emorroidi un ottimo rimedio da usare in concomitanza con gli altri, è costituito dalla preparazione di tisane vasotoniche e antinfiammatorie. Il vostro erborista di fiducia potrebbe preparare un’ottima tisana grazie alle sue competenze, ma potete anche preparare delle tisane conoscendo i principi delle varie droghe.

Ad esempio, i semi di lino, la malva e i semi di pistillo hanno delle ottime proprietà lenitive ed emollienti.

Un’ottima tisana è a base di semi di ippocastano, foglie di nocciolo e sommità di achillea Millefoglie, rispettivamente per i primi due 40 grammi, mentre per l’achillea, 20 grammi. Per preparare la tisana, fate bollire per 7 minuti in un litro e mezzo d’acqua. Successivamente filtrate e bevetene una tazza da thè tre volte al dì. In alternativa un’altra ottima tisana è costituita da 40 grammi di foglie di nocciolo, 40 grammi di foglie di amamelide e 20 grammi di ribes nero.

Per la preparazione usare le stesse metodologie della precedente tisana. Quest’ultima presenta qualità anestetiche grazie all’inserimento delle foglie di amamelide, quindi si rivela particolarmente indicata in caso di emorroidi molto dolorose.

Alimentazione corretta a base di fibre

E’  soprattutto un’alimentazione corretta, però, il giusto sistema per combattere efficacemente le emorroidi e fare in modo che esse non compaiano più. Bisogna mangiare molta frutta e verdura e aumentare l’assunzione di fibre a circa 30 grammi al giorno. Fondamentale è anche fare della attività sportiva (evitando, però, il sollevamento pesi, il ciclismo, il motociclismo).

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi.

Condividi la tua Esperienza

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.